Curiosa curiosità

Una ricerca ci mostra le varie tipologie di curiosità

Che cos’è la curiosità? Le persone curiose sono tutte curiose allo stesso modo? E che rapporto c’è tra curiosità e benessere? Alcune risposte da una ricerca americana.

La curiosità è una caratteristica personale molto importante. Contribuisce a determinare la nostra inclinazione a esplorare, ad acquisire nuove informazioni e a fare nuove esperienze, consentendoci di accrescere conoscenze e abilità. Ma esiste un solo tipo di curiosità oppure ci sono diversi modi di “essere curiosi”? E se ci sono vari modi, che differenza c’è tra di loro?

Grazie alle loro ricerche che hanno coinvolto quasi 4.000 partecipanti, Todd Kashdan e altri ricercatori di università americane hanno confermato che la curiosità è una caratteristica dalle diverse sfaccettature. Hanno individuato cinque modi in cui la curiosità può prendere forma. Il primo consiste nel trarre piacere dalle novità ed è legato al desiderio di esplorare per fare esperienze e imparare cose nuove. Il secondo riguarda invece il rifiuto di arrendersi di fronte a un problema, a costo di provarle tutte fino a trovare la soluzione. Il terzo ha a che fare con la capacità di tollerare gli imprevisti, senza che questi ultimi costituiscano un ostacolo nel fare nuove esperienze, anche quando è necessario affrontare situazioni incerte o sconosciute. La quarta tipologia, quella che gli autori hanno denominato “curiosità sociale”, ha a che fare con le relazioni sociali, è caratteristica delle persone interessate a scoprire le abitudini degli altri o i motivi che stanno alla base di certi comportamenti. La quinta tipologia è quella che gli autori hanno chiamato la “ricerca del brivido”, caratteristica delle persone a cui piace correre dei rischi perché lo trovano eccitante.

Un’altra domanda che i ricercatori si sono posti è se la curiosità possa avere un impatto sul benessere. Solo alcune tipologie di curiosità sono risultate associate al benessere. Il piacere per la novità e la capacità di tollerare eventuali imprevisti, caratteristiche delle persone aperte alle esperienze e che non si fanno intimorire dalle situazioni dubbie e incerte, sono le due tipologie di curiosità maggiormente legate al benessere. La curiosità sociale invece non è risultata associata al benessere, evidentemente perché da sola non basta a garantirlo, ma ha bisogno di essere accompagnata dalle altre tipologie di curiosità, oltre che da motivazioni prosociali e dal desiderio di raggiungere i propri obiettivi. La “ricerca del brivido” può invece sfavorire il benessere in alcuni casi. Infatti, alti livelli di questo tipo di curiosità possono indurre a comportamenti spericolati e rischiosi. Meglio, invece, cercare di incanalare questo tipo di curiosità in attività che, pur fornendo la stimolazione desiderata, siano comunque strutturate.

Bambino curioso La curiosità ha varie sfaccettature
Ricerca del brivido nel paracadutismo sportivo Alcuni tipi di curiosità favoriscono il benessere, altri possono contrastarlo
Curiosa curiosità: una ricerca ci mostra le varie tipologie di curiosità di Nicola Nardelli (29 marzo 2018)
è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 4.0 Internazionale.
Permessi ulteriori rispetto alle finalità della presente licenza possono essere richiesti contattando l’autore
Licenza Creative Commons
­