Depressione e disturbi depressivi

L’importanza di una diagnosi precoce

I momenti di depressione possono essere abbastanza comuni e a volte “fisiologici”, per esempio in seguito alla perdita di una persona cara.
Ma quando durano alcune settimane e interferiscono con le attività quotidiane è importante consultare uno specialista per capire se stiamo soffrendo di depressione o di un altro disturbo depressivo.

Tristezza profonda, sentimenti di disperazione, incapacità di provare felicità o piacere: questi sono i sintomi più comuni della depressione e, in generale, dei disturbi depressivi. Non di rado vengono accompagnati da insonnia o altri disturbi del sonno, perdita di concentrazione, difficoltà nei movimenti e, talvolta, pensieri su come porre fine alla propria vita.

Le ricerche più recenti tendono a distinguere due forme di depressione, quella introiettiva e quella anaclitica.

La depressione introiettiva, un tempo denominata melanconia, si caratterizza per la tendenza al perfezionismo e all’autocritica. Questa forma di depressione è tipica di quelle persone che tendono ad attribuirsi la colpa se subiscono maltrattamenti, rifiuti o abbandoni.

La depressione anaclitica è caratterizzata maggiormente per la scarsa considerazione di sé, sentimenti di vergogna e inadeguatezza, senso di vuoto interiore e scarsa capacità di superare la perdita o il rifiuto. Questa forma di depressione è tipica di quelle persone che provano una forte sofferenza per le separazioni e tendono a considerare la propria vita come se fosse priva di senso.

Solitamente, la depressione e i disturbi depressivi interferiscono con le attività quotidiane, fino a bloccarle del tutto, e spesso influiscono sul normale ciclo sonno-veglia causando insonnia o ipersonnia, inibiscono il desiderio sessuale, causano veri e propri sintomi somatici come mal di schiena, mal di testa, stanchezza cronica, perdita o aumento dell’appetito.

Una diagnosi precoce di depressione, seguita da un intervento adeguato, può massimizzare le possibilità di una prognosi positiva. Una consulenza psicologica può essere utile a stabilire la presenza di un disturbo depressivo e a individuare l’eventuale necessità di una psicoterapia.

Lutto e depressione: differenze

Come distinguere un disturbo depressivo da un lutto? La differenza fondamentale è che nel lutto è predominante il vissuto di vuoto e di perdita, mentre nei disturbi depressivi è centrale l’incapacità di provare felicità o piacere. Nel lutto la sofferenza è legata ai ricordi della persona che è venuta a mancare e diminuisce di intensità col passare del tempo, mentre nei disturbi depressivi l’umore depresso è persistente e tende a non essere legato a pensieri specifici. Rimane tuttavia la possibilità che un disturbo depressivo esordisca in concomitanza con un lutto.

Malinconia (dipinto di Munch) Malinconia (Edvard Munch, 1984-96)
Sonnolenza diurna La stanchezza cronica è uno dei sintomi della depressione
Seduta consulenza psicologica La diagnosi precoce incrementa le possibilità di una prognosi positiva

Consulenza psicologica e psicoterapia sono strumenti efficaci contro la depressione.

È possibile prendere un appuntamento presso lo studio Roma Eur oppure per una consulenza psicologica online.

­